Convegno APC: ” “Il monitoraggio come strumento di prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico” – Jesi – 10 giugno 2016

RELAZIONI DEL CONVEGNO

Introduzione alla giornata

Francesco Peduto – Presidente CNG

Roberto Oreficini – Dipartimento nazionale di Protezione civile OREFICINI Jesi 10giugno 2016

Dalla conoscenza del territorio alla sua protezione PRINCIPI ordine_jesi_10061

Marcello Principi – Autorità di Bacino Marche

Il monitoraggio dei fenomeni franosi: considerazioni generali e casi di studio PASUTO_Jesi_June_10

Alessandro Pasuto – CNR IRPI

La progettazione di Piani di Monitoraggio per il controllo di aree instabili SCARPELLI _10_06_16_Jesi

Giuseppe Scarpelli – Università Politecnica delle Marche

La cartografia geomorfologica come strumento di monitoraggio Pambianchi_JESI

Gilberto Pambianchi – Università degli Studi di Camerino

L’utilizzo di Sistemi Informativi Territoriali per la gestione di Piani di Monitoraggio FIDUCCIA_Diaee_Jesi

Andrea Fiduccia – Sapienza Università degli Studi di Roma

 

Introduzione alla Sessione – Endro Martini – Alta Scuola

Interferometria RADAR da satellite e da terra nel monitoraggio dei fenomeni franosi e aree in subsidenza

Maria Marsella – Sapienza Università degli Studi di Roma

Significato e affidabilità di misure nel sottosuolo di pressioni interstiziali e spostamenti 160610 Jesi_SIMEONI

Lucia Simeoni – Università di Trento

Rilevamento e monitoraggio del territorio con soluzioni integrate di geomatica

Marco Menichetti – Università di Urbino

L’Early Warning System del Comune di Ancona CARDELLINI_EWS ita 10 giu 2016

Stefano Cardellini – Comune di Ancona

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn